..ma a me piace anche il cinema..

martedì 15 agosto 2017

Il cacciatore di incubi e La città sotto il mare - di Fabio Andruccioli

Di nuovo buongiorno amici!
Ieri notte non avevo molto sonno e mi sono cimentata nella lettura di questi due libri (uno l'ho finito stamattina).
Le storie sono belle ma sviluppate, a mio avviso, in maniera un po' troppo frettolosa. Si tratta di due brevi romanzi horror, l'uno il seguito dell'altro che raccontano le avventure di un personaggio un po' particolare, che si muove in Italia (il che mi piace molto, perchè valorizza il nostro bel paese).
La trama non è male, ma dovrebbe essere più curata, magari da un editor: ho trovato molti errori che voglio attribuire a distrazione, che rendono difficile, a volte, la comprensione del testo.
I personaggi non son del tutto delineati, ma le storie sono troppo brevi perchè lo siano al meglio, nonostante questo, risultano interessanti ed appassionanti.
L'horror non è mai stato il mio genere preferito, ciò non toglie che, se una storia riesce a coinvolgere, può risultare piacevole. Questi libri coinvolgono, ma devono essere curati meglio.
Spero che venga fatto un lavoro di editing che migliori la struttura del testo, lo dico per l'autore, perchè questa saga può davvero prendere il volo.

Hotel mezzanotte - di Michele Botton

Buongiorno lettori!
Ieri sera ho letto questo libro tutto d'un fiato.
Si tratta di una raccolta di brevi racconti dal retrogusto oscuro. Sembrano quelle storie che si raccontano in campeggio, d'estate intorno al falò, quelle che ti fanno rizzare i peli di tutto il corpo e che ti fanno stare all'erta una volta che vai a letto nella tua tenda.
Le storie sono scritte bene, in modo corretto, dalla forma ben curata. Certo, ci sono alcuni piccoli errori di battitura, ma non sono gravi, si vede che sono piccole distrazioni.
Mi sono piaciute molto le citazioni all'inizio di ogni storia, anche quelle delle canzoni, il che non è molto comune nei libri di narrativa.
La prima storia è tristemente dolce, l'ho trovata davvero toccante.
La seconda mi ha lasciata senza parole alla fine, non me l'aspettavo.
La terza è macabra in maniera inversamente proporzionale rispetto alla sua lunghezza.
Non starò qui ad elencarvi tutte le storie ma posso dirvi che, in un modo o nell'altro, sono tutte sorprendenti ed appassionanti.
Le descrizioni di luoghi ed azioni sono adeguate, i personaggi sono collocati bene all'interno delle singole storie.
Che dire, è un libro che mi è piaciuto e che consiglio agli amanti del genere.