..ma a me piace anche il cinema..

sabato 9 dicembre 2017

Noi, oltre i confini del tempo - di Tania Dejoannon

Buonasera amici (buonanotte forse),
sono qui a quest'ora perché ho appena terminato la lettura di questo libro e volevo scrivere prima che le emozioni vissute leggendolo fossero intorpidite da una notte di sonno (una notte.. bah, qualche ora al massimo).
Dunque ho letto questa storia in pochissimo: è una storia breve e chi mi conosce bene sa che i libri li divoro.
Dicevo, l'ho letto in poco tempo e non lo avrei lasciato neanche sotto tortura. Non si tratta di un fantasy come il mio solito, piuttosto di uno spaccato di vita reale che si fa strada prepotente nella testa del lettore.
E' scritto molto bene, è scorrevole, chiaro e particolareggiato nel modo corretto.
Ho conosciuto l'autrice "personalmente" in video chat per un progetto a cui collaboriamo entrambe e, per tutta la lettura del libro, ho sentito la sua voce che me lo raccontava, ho dato a Giulia la sua faccia e la vedevo gesticolare mentre raccontava la sua storia.
La trama è originale, tratta argomenti molto forti e li espone in maniera molto dolce, senza essere banale in nessun aspetto della narrazione, in nessun attimo della vita che Giulia ci racconta.
Nei miei appunti ho scritto "una bella lezione di vita", lezione che sento molto mia, che cerco di trasmettere anche io nei miei libri e nelle mie storie. Una lezione di vita che insegna a rialzarsi dopo ogni caduta e che ognuno è artefice del proprio destino seguendo le scelte che la vita gli impone di effettuare: ogni scelta che fai ti porterà in un posto ben preciso.
Un altro concetto espresso che mi è molto piaciuto e che faccio mio ogni giorno, è quello che il bene che si fa per il semplice piacere di fare del bene, senza secondi fini, ci ritorna sempre, prima o poi, nel corso della vita assumendo forme inaspettate.
Terminata la lettura di questo breve romanzo non si può che essere persone migliori, non si può non sentire la mancanza della protagonista e la speranza di trovare un'amica come lei prima o poi.
Devo farvi una confessione: alla fine ho pianto come una bambina.
Nulla è lasciato al caso e ogni cosa che inizia ha uno svolgimento chiaro ed una chiara conclusione.
Un libro che consiglio a tutti, proprio a tutti, prima di tutto per la dolcezza con cui è stato scritto, in secondo luogo per i concetti espressi: se ci fossero più "Giulia" nel mondo, questo sarebbe sicuramente un posto migliore.
Grazie Tania per la bellissima esperienza.

venerdì 8 dicembre 2017

Segui le mosche - di Barbara P. Baumgarten

Oggi non vi do tregua!!
Sto per parlarvi di un libro che fa venire i brividi! Siete pronti??
Partiamo dal presupposto che l'horror non è il mio genere preferito.
Vi lascio il link in cui potete vedere e sentire con i vostri occhi e le vostre orecchie cosa ne pensiamo io ed altri blogger di questo libro seguendo l'ignaro lettore.
Non contenta lo scrivo anche qui cosa ne penso.
Si tratta di un libro scritto davvero bene, uno di quelli che ti fa drizzare i peli delle braccia mentre lo leggi, di quelli che ti fanno venire il cagotto quando vedi una mosca svolazzare.
Ambientazione e personaggi sono molto ben descritti senza, però, essere mai stucchevoli o noiosi.
La storia è originale, sebbene nell'immaginario collettivo "l'ospedale psichiatrico abbandonato" sia sinonimo di horror, si sviluppa bene e ti tiene incollato alle pagine.
La trama non è per niente scontata ed il finale ti fa sospirare anche se non capisci se per sollievo o per paura. Sollievo non perché il libro non sia bello, attenzione: sollievo perché la storia è scritta in modo tale da farti vivere angosce e paure in prima persona.
Barbara scrive molto bene e questo suo libro ti fa venir voglia di leggere ancora ed ancora.
Grazie all'autrice per avermi fatta approcciare in maniera così diretta ad un genere che non è proprio "mio" ma che sono riuscita ad apprezzare.
Consiglio questo volume a tutti coloro i quali non hanno paura di emozioni forti!